I consigli anti-cellulite per le donne

L’estate è finalmente alle porte e tra organizzazione delle ferie e prenotazioni dei luoghi di vacanza, un pensiero “fisso” che riguarda strettamente noi donne è sempre il medesimo: la prova costume! La bella stagione arriva e la voglia di perdere qualche chilo per rimettersi in forma dopo l’inverno è un refrain a cui siamo tutte un pò abituate.

Per non farci trovare impreparate è bene seguire alcune linee guida importanti soprattutto per la nostra salute e lo facciamo grazie al provider ECM 2506 Sanità in-Formazione e alla dottoressa Serena Missori, endocrinologa e nutrizionista, autrice dei libri “La dieta dei biotipi” e “La dieta della tiroide”.

Il provider di corsi FAD, in collaborazione con Consulcesi Club, ha da poco rilasciato un nuovo corso di formazione a distanza dal titolo “Alimentazione anticellulite” per il format “Gusto è Salute” ove vengono lanciati alcuni consigli utili alle donne per combattere la cellulite a seconda del tipo di lavoro che svolgono.

La cellulite affligge il 90% delle donne: dalle studentesse alle manager, ci si “salva” davvero in pochissime. Come risolvere dunque questo fastidioso problema? Facciamocelo raccontare proprio dalla nutrizionista Missori “accompagnata” per l’occasione dallo chef Roberto Valbuzzi.

Sei un’impiegata o una studentessa? Il segreto è in come vi sedete

Impiegate e studentesse sono le donne che più di altre trascorrono gran parte della giornata sedute rientrando nella categorie dei lavoratori sedentari. Il loro stile di vita le porta ad avere molta ritenzione idrica agli arti inferiori, gonfiore alle caviglie ed indolenzimenti alle ginocchia. La posizione della seduta può essere molto importante per prevenire questo tipo di problema e l’insorgenza della cellulite: evitate di sedervi sulla punta della sedia, piuttosto appoggiatevi bene alla sedia e allungate le gambe per qualche minuto ogni ora. Tenete sempre una tazza di tè verde sulla scrivania, è un ottimo attivatore del metabolismo ed aumenta la combustione dei grassi.

Sei una casalinga? Opta per il Dry Brushing e per i massaggi

Fare la casalinga è un vero e proprio lavoro, fisicamente impegnativo ma molto “pericoloso” per la cellulite. Se da una parte la fatica fisica aumenta le probabilità di perdita di calorie, dall’altra l’irregolarità dell’alimentazione potrebbe farci appesantire. Come rimediare? Una soluzione può essere il Dry Brushing (spazzolatura a secco): per ridurre la cellulite utilizzate una spazzola dalle setole morbide o una garza di lino o cotone, spazzolate la pelle asciutta in un ambiente caldo-umido con movimenti prima longitudinali e poi circolari. Lo spazzolamento deve essere energico ma non deve irritare la pelle. Concludete con una doccia ed un piccolo massaggio fai da te con l’ausilio di olio di mandorle, gocce di olio essenziale di limone ed arancio.  

Sei una commessa? Occhio all’abbigliamento!

Questa categoria di lavoratrici passa gran parte del tempo in piedi e ciò comporta un peggioramento della cellulite. Stare molto tempo in piedi infatti, determina problemi al micro-ricircolo, proprio per questo è importante prestare attenzione al proprio abbigliamento: evitate abbigliamento aderente e scarpe strette o con tacco alto, sono infatti abiti che comprimono i vasi sanguigni ed ostacolano il ritorno venoso e linfatico. Quando tornate a casa optate per dei frullati drenanti ed antinfiammatori a base di ananas.

Sei una manager? Occhio allo stress!

Se sei una donna “in carriera” molto probabilmente nel corso della giornata accumulerai una gran dose di stress. Bene, lo sapevate che oltre a far male alla salute in generale, lo stress è causa di danni anche a glutei e gambe? La cellulite insorge nelle donne molto stressate a causa del cortisolo, un ormone prodotto dalle ghiandole surrenali del nostro corpo (ormone dello stress, appunto). Per tenerlo sotto controllo è necessario favorire il sonno integrando tale ormone con teanina, Whitania e melatonina ma anche con mandorle, ideali per rilassarsi (sono ricche di magnesio).

La cellulite si cura a tavola!

Fatti nostri i consigli appena dati, non possiamo prescindere dal fatto che per stare davvero bene, tutto parte da cosa mangiamo e dunque dalla tavola. Il Corso FAD “Alimentazione anticellulite” offerto dal provider ECM 2506 Sanità in-Formazione, in collaborazione con Consulcesi Club, ci viene in aiuto “servendosi” dell’endocrinologa Serena Missori e dello chef Roberto Valbuzzi. Nel corso l’insolito duo proporrà video-ricette per insegnare a medici e pazienti come mangiare sano senza rinunciare al gusto.

Questo corso si aggiunge al catalogo di oltre 150 corsi FAD del provider ed è raggiungibile gratuitamente al seguente link: www.corsi-ecm-fad.it

Il corso assegna 2 crediti ECM