Cancellare i propri dati dal web: come fare

Cancellare i propri dati dal web e quindi esercitare il proprio diritto all’oblio: è possibile? E se sì, come? Andiamo a scoprire, grazie alla consulenza degli esperti di Cyber Lex, quali sono le procedure per ottenere il diritto alla privacy su internet.

Uno dei primi sistemi per avvalersi del Diritto all’Oblio – e anche uno dei più sicuri, poichè presuppone l’intervento diretto di un esperto – è quello di affidarsi ad un avvocato preparato in materia che, conoscendo approfonditamente il regolamento GDPR (in forza della sentenza del 13 maggio 2014 della Corte di Giustizia dell’Unione Europea), è sicuramente in grado di risolvere la questione valutando approfonditamente il vostro caso. Un altro sistema per la cancellazione dei propri dati dai motori di ricerca, potrebbe essere l’utilizzo del link apposito che i motori di ricerca (come Google, Bing, Yahoo, etc.), hanno messo a disposizione per presentare tale richiesta e dichiarare che le informazioni riportate in quella richiesta sono corrette e di essere la persona interessata dalle pagine web indicate.

Ma, per quanto riguarda questo secondo caso, gli esperti Cyber Lex chiariscono che non si tratta di una procedura così semplice ed immediata come può apparire. In questo caso, potrebbe essere utile la consulenza di tecnici informatici che conoscono bene il mezzo internet e il suo ‘linguaggio’, così da non incappare in vizi di forma che potrebbero inficiare la procedura di eliminazione dei propri dati dai motori di ricerca.

In entrambi i casi, ci si deve appellare – come strumento legislativo al suddetto nuovo Regolamento Europeo diritto all’oblio (GDPR 2018), all’art.17, che specifica che il soggetto interessato può richiedere al titolare del trattamento la reiterazione dei propri dati personali se questi non sono utili per l’interesse pubblico e quindi al diritto di cronaca, se non ostacolano la libertà di espressione, se non sono utili per fini di ricerca scientifica o storica, o ancora se non servono per “l’accertamento, l’esercizio o la difesa di un diritto in sede giudiziaria”.