Accordo prematrimoniale a Milano

Il 12 dicembre scorso è stata presentata al Senato una proposta di legge che reca la delega al Governo per la revisione del Codice civile in materia di “stipulazione di accordi tra nubendi, coniugi e parti di una programmata o costituita unione civile, volti a regolare i rapporti personali e quelli patrimoniali, anche in previsione dell’eventuale crisi del rapporto”. Stiamo parlando dei cosiddetti patti prematrimoniali, attualmente vietati dal nostro ordinamento.

Come si legge nel documento inviato al Senato, si tratta di una «Lacuna particolarmente avvertita nel sentire sociale, come dimostrano i ripetuti interventi giurisprudenziali chiamati a occuparsi di accordi stipulati dai nubendi o dai coniugi per l’eventuale futura crisi del rapporto o dai secondi per regolare gli effetti, in specie patrimoniali, ma non solo, della crisi in atto».

Il boom di richieste effettivamente conferma l’opinione del Presidente del Consiglio Conte e del Ministro della Giustizia Bonafede, che hanno presentato la proposta di legge al Senato.

Accordo prematrimoniale a Milano, quali sono i vantaggi

L’utilità del contratto prematrimoniale a Milano e nel resto d’Italia è innegabile. Grazie a tali accordi, infatti, i nubendi, i coniugi e le parti di un’unione civile hanno la possibilità di gestire consensualmente i rapporti personali e patrimoniali in un momento precedenti la crisi del rapporto, in cui è meno complesso definire il reciproco assetto degli interessi. 

Il disegno di legge delega, con l’introduzione dei patti prematrimoniali, vuole quindi evitare o per lo meno ridurre le controversie in sede di giudizio inerenti alla fine di un rapporto (matrimonio o unione civile). Resta fermo, in ogni caso, il principio dell’inderogabilità dei diritti e dei doveri che scaturiscono dal matrimonio, così pure il rispetto, oltre che delle norme imperative, dei diritti fondamentali della persona umana, dell’ordine pubblico e del buon costume. In questo modo si vuole preservare l’indisponibilità dello status coniugale o di parte di unione civile e nello stesso tempo circoscrivere la regolamentazione convenzionale ai diritti disponibili, escludendo limitazioni dei diritti fondamentali della persona che non si possono cancellare, quando viene meno detto status a causa della fine del matrimonio o dell’unione civile.

Accordo prematrimoniale a Milano e criteri per l’educazione della prole

Gli accordi prematrimoniali non sono circoscritti esclusivamente al lato economico, cioè non si limitano alla quantificazione del mantenimento o dei sussidi in favore di uno dei coniugi o alla divisione dei beni patrimoniali, ma riguarderanno anche i criteri per l’indirizzo della vita familiare e l’educazione dei figli. 

Come si legge nel testo del disegno di legge, infatti, il Governo, in caso di approvazione, sarà delegato ad adottare uno o più decreti legislativi per la revisione e integrazione del codice civile, al fine, tra l’altro, di «consentire la stipulazione tra i nubendi, tra i coniugi, tra le parti di una programmata o attuata unione civile, di accordi, in forma di atto pubblico o scrittura privata autenticata, aventi efficacia obbligatoria, intesi a regolare tra loro, nel rispetto delle norme imperative, dei diritti fondamentali della persona umana, dell’ordine pubblico e del buon costume, i rapporti personali e quelli patrimoniali e i criteri per l’educazione dei figli». Forse questo è uno degli aspetti più critici della proposta governativa. I contratti prematrimoniali, infatti, darebbero la possibilità ai genitori di stabilire in forma scritta come crescere la prole, infrangendo un diritto specifico dei minori, cioè quello di essere allevati secondo le proprie inclinazioni naturali e soprattutto in funzione delle proprie aspirazioni.

Autore: blogdinews

Prendi da qui le informazioni che ti occorrono per fare blogging di news

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: